Auto connesse: il futuro dell’industria automobilistica dipende dalla connessione

L’industria automobilistica è in uno stato di sconvolgimento. Molte case automobilistiche si stanno attualmente chiedendo come potrebbe essere il futuro del trasporto su strada. Una cosa sembra chiara: la guida autonoma sarà possibile – e presto! Produttori come Audi, Tesla e BMW hanno già investito molte risorse nello sviluppo di veicoli a guida autonoma. Sta emergendo una tendenza chiara: le auto connesse. Ma cosa possiamo immaginare esattamente in questa visione del futuro?

Esistono già veicoli autonomi

L’auto o l’autobus a guida autonoma non sono più il sogno di un romanzo di fantascienza. Numerosi produttori di automobili hanno già sviluppato modelli in grado di muoversi autonomamente nell’ambiente circostante e nel traffico. Molte delle tecnologie utilizzate nei veicoli autonomi sono già integrate nei nostri veicoli mobili. Il discorso è ad es. B. dal mantenimento della corsia o dagli assistenti alla frenata, che possono intervenire autonomamente nel processo di guida.

Tuttavia, non ci sono quasi veicoli sulla strada che navigano senza l’intervento umano. Questo perché, secondo molti esperti, la sicurezza degli utenti della strada non è ancora sufficientemente garantita. Anche se le auto autonome ottengono buoni risultati nei test, esistono ancora numerose fonti di errore. Raramente però si verificano incidenti. Il Connesso La tecnologia automobilistica muove l’industria automobilistica, poiché promette di eliminare queste fonti di errore. Ciò aumenta enormemente la sicurezza.

Cos'è un'auto connessa?

In poche parole, un’auto connessa è un veicolo connesso a Internet. Ciò gli consente di comunicare con vari sensori e altri dispositivi. Dalle informazioni raccolte si traggono conclusioni automatiche che rendono possibile la guida autonoma. I sensori esterni al veicolo aiutano ad esempio a calcolare le distanze in millisecondi e a frenare tempestivamente. Nel senso più ampio, molte auto in circolazione sono già auto connesse.

Tuttavia, le possibilità di questa connessione possono essere aumentate enormemente. Si sente sempre più spesso il termine “Comunicazione Car2Car”. Attraverso l'Internet delle cose Le auto connesse potranno comunicare tra loro. Questo scambio consente ai veicoli di sapere esattamente dove si trova un'altra macchina, anche senza contachilometri. Se ora si immagina che tutto il traffico sia costituito da automobili in grado di scambiarsi tali informazioni, si crea una grande rete. In questa rete ogni utente della strada sa esattamente dove si trovano tutti gli altri. Ciò significa che le collisioni possono essere praticamente eliminate. I veicoli possono però scambiarsi anche altre informazioni: ad esempio sulla situazione del traffico o sullo stato della strada.

I produttori si stanno concentrando sulle auto connesse

Sempre più produttori di automobili si rivolgono alla tendenza futura. Audi è all'avanguardia e sviluppa da molti anni tecnologie per auto connesse destinate a migliorare l'esperienza di guida. Finora l’attenzione si è concentrata sempre più sul settore dell’intrattenimento. BMW utilizza l'Internet delle cose nei suoi veicoli principalmente per caratteristiche di sicurezza che facilitano la guida. La concessionaria automobilistica bavarese è un pioniere assoluto, soprattutto nel settore dell'assistenza alla guida.

Come è noto, gli esperti di Tesla stanno studiando intensamente le modalità per integrare i veicoli autonomi nel traffico stradale. Diversi processi nelle auto Tesla possono già essere controllati tramite un'app. Viene inoltre offerto un sistema di pilota automatico che utilizza telecamere e software di elaborazione delle immagini per ridurre notevolmente l'attività di guida umana. Utilizzando l'app, una Tesla può ad es. B. può parcheggiare e sbarcare autonomamente. Già nel funzionamento di prova è possibile un controllo completamente autonomo. Tuttavia, sulla maggior parte delle strade non esiste ancora l'approvazione per questo.

Anche se le auto connesse sono già presenti nel settore dei trasporti nel vero senso della parola, le tecnologie sono ben lontane dal raggiungere il loro pieno potenziale. Grazie alla connessione, i veicoli non solo possono offrire pratici ausili alla guida, ma prima o poi anche navigare nell'ambiente circostante in modo completamente autonomo. Per rendere la guida autonoma più sicura, la comunicazione Car2Car svolgerà un ruolo importante in futuro.

post tematicamente rilevanti

Nella nostra categoria Suggerimenti, prodotti, informazioni e altro Abbiamo recensioni di produttori di auto o accessori, nuovi sintonia Wiki Termini o una o due fughe di notizie pubblicate.

Manutenzione, cura e targhe dell'auto: una guida per tutti i proprietari di auto

Incidente con auto aziendale – I dipendenti devono pagare la franchigia?

"tuningblog.eu" la rivista di tuning
altro da Thomas Wachsmuth
BMW F80 M3 con ruote ADV.1 tipo ADV5 M.V1
Was braucht es mehr als einen Alpine weißen BMW M3 F80 und...
Scopri di più
Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato