Domenica 14 aprile 2024
Menu

Olio per insalata come sostituto più economico del diesel?

Momento della lettura 4 Min.

Olio per insalata come sostituto più economico del diesel?

I prezzi del carburante hanno raggiunto un livello record. L'olio da cucina è un'alternativa economica? Questa domanda veniva posta già all'inizio del 20° secolo, quando il motore a combustione era ancora agli albori. Allora, Rudolf Diesel ha cercato di produrre carburante da olio vegetale. Tuttavia, a quel tempo il prezzo del greggio era ben al di sotto dell'alternativa a base vegetale, motivo per cui l'idea fu rapidamente respinta. Ma ora lo è viceversa. Un litro di gasolio ora costa ben più di due euro, e puoi comprare una bottiglia di olio da cucina al supermercato per poco più della metà. Nel frattempo, però, sono aumentati anche i prezzi dei generi alimentari, compresi quelli dell'olio di colza e dell'olio di girasole. Inoltre, le persone accumulano l'olio per l'insalata, il che significa che al momento non ne è rimasto quasi più. L'olio per insalata sembra essere la nuova carta igienica, anche se quest'ultima è ancora una volta difficile da trovare. Così siamo noi tedeschi...

Il diesel non è la stessa cosa dell'olio da cucina

Olio per insalata come sostituto più economico del diesel?

Torna all'argomento vero e proprio. L'olio da cucina ha un vantaggio decisivo rispetto al diesel: lo è non come merce pericolosa dichiarato e pertanto non è soggetto a rigide norme di stoccaggio e trasporto. Inoltre, l'olio vegetale come combustibile è quasi privo di emissioni di CO₂. Inoltre, non contiene zolfo e lo è anche non velenoso. Un altro vantaggio: quando l'auto è in funzione, a volte c'è un odore persino gradevole di fritto. È irrilevante da quale pianta si ottenga l'olio utilizzato. Tuttavia, va tenuto presente che l'olio da cucina e il biodiesel sono due prodotti diversi sono. L'olio vegetale è soggetto a rigide normative alimentari, mentre il biodiesel è chimico puliti e lavorati wird.

I motori moderni sono troppo sensibili

Chi ha già coraggiosamente fatto ricorso all'olio vegetale ora resterà deluso. La tecnologia dei motori è in continua evoluzione. I motori diesel più vecchi di solito "ingeriscono" il carburante sostitutivo senza resistenza, almeno nei mesi più caldi. Tuttavia, i nuovi motori con ugelli a pompa oi motori Common Rail non sono così frugali quando si tratta di carburante. Durante lo sviluppo di questi motori, l'olio vegetale è stato utilizzato come carburante non considerato come un fattore. Pertanto, i produttori sconsigliano vivamente di "alimentare" i motori diesel con olio vegetale. Sono esclusi dalla garanzia anche i danni causati dal rifornimento di olio da cucina. I motori moderni sono troppo sensibili e la pressione di iniezione si allenta intorno al 2.700 bar molto in alto. Gli iniettori possono facilmente intasare e nel peggiore dei casi uno guasto al motore causare.

Risparmio di prezzo rispetto alle tasse

Le tasse sono un altro ostacolo. Nel 2006, l'introduzione del Legge sulla tassazione dell'energia anche l'olio vegetale è tassato come combustibile. Nel frattempo, devi ordinare il 50 Cent cedere inoltre le tasse allo Stato. Al momento buono 1,70 Euro per il litro di olio di semi di girasole (al 16.03.2022 marzo XNUMX) sarebbe un totale di circa 2,30 Euro esaurito per litro. In altre parole, esattamente la somma che si chiede per un litro di gasolio al benzinaio. Quindi il "riempimento" al negozio di alimentari lo è non redditizio, dal momento che devi pagare la tassa sull'olio vegetale in seguito se non vuoi commettere un'evasione fiscale. Se vuoi ancora riempire il tuo vecchio motore diesel con olio vegetale, non devi solo fare i conti con filtri e ugelli intasati, devi anche pagare le tasse.

La conversione non è più aggiornata

Se usi regolarmente l'auto solo per brevi distanze, l'olio da cucina incombusto normalmente entra nell'olio motore a un certo punto, il che porta a che devi cambiarlo più spesso. E nelle giornate fredde può anche succedere che il motore non giusto o per niente "inizia". C'era una volta conversioni professionali al funzionamento con olio da cucina. Quando i prezzi del petrolio sono aumentati nel 2000, gli affari sono esplosi. Tuttavia, varie misure da parte dell'industria automobilistica e dell'olio minerale, nonché la modifica delle leggi sui combustibili biogenici hanno stroncato l'iniziativa di guidare con l'olio vegetale sul nascere. L'olio vegetale come carburante è ormai storia nel settore delle autovetture. Non è più redditizio. Solo nel settore agricolo l'olio vegetale viene talvolta utilizzato come combustibile alternativo.

Olio per insalata come sostituto più economico del diesel?

Ovviamente non è finita qui!

tuningblog ha innumerevoli altri articoli in materia di auto e auto tuning in stock. Vuoi vederli tutti? Basta fare clic QUI e guardati intorno. In parte, vorremmo fornirti notizie ma anche fuori dal tuning. Nella nostra categoria Suggerimenti, prodotti, informazioni e altro Abbiamo recensioni di produttori di auto o accessori, nuovi sintonia Wiki Termini o l'uno o l'altro Perdita pubblicato. Di seguito un estratto degli ultimi articoli:

Riduci i consumi: ecco come funziona!

Olio per insalata come sostituto più economico del diesel?

Prezzi folli della benzina: gli automobilisti dovrebbero passare all'E10?

Olio per insalata come sostituto più economico del diesel?

Alternativa pericolosa: ecco perché non dovresti fare il pieno di olio!

Olio per insalata come sostituto più economico del diesel?

"Tuningblog.eu" - ti teniamo aggiornato sul tema della messa a punto e dello styling dell'auto con la nostra rivista di tuning e ti presentiamo ogni giorno gli ultimi veicoli sintonizzati da tutto il mondo. È meglio iscriversi al nostro Bacheca e verrà automaticamente informato non appena ci sarà qualcosa di nuovo in questo post, e ovviamente anche a tutti gli altri contributi.

A proposito di Thomas Wachsmuth

Thomas Wachsmuth - È parte integrante di tuningblog.eu dal 2013. La sua passione per le auto è così intensa che investe in esse ogni centesimo disponibile. Mentre sogna una BMW E31 850CSI e una Hennessey 6x6 Ford F-150, attualmente guida una BMW 540i (G31/LCI) piuttosto discreta. La sua collezione di libri, riviste e opuscoli sul tema del tuning automobilistico ha ormai raggiunto proporzioni tali che lui stesso è diventato un'opera di riferimento ambulante per la scena del tuning.  Altro su Tommaso

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato